home
1) COMUNE DI PESCIA - riepilogo operato Giunta Marchi Roberta nel quinquennio 2009/2014
1/10/14 Riepilogo comprensibile ai “non addetti ai lavori”, analizzando i risultati in estrema sintesi e con la massima oggettività (dati in milioni di euro):


1) - l’inizio mandato, con la ripresa di quanto lasciato dalla precedente amministrazione a metà 2009, aveva in carico un debito verso il Cosea per circa 2,0 mld€ e di 1,2 mdl€ verso la Società della salute, oltre ad altre partite debitorie verso fornitori e/o enti (ad esempio Consorzio di bonifica).

2) - sono stati poi evidenziati, con una scelta coraggiosa quanto impopolare, i crediti inesigibili riportati nel passato di anno in anno a bilancio che di fatto ne alteravano la reale consistenza (ma adesso il Governo imporrà tale comportamento virtuoso a tutti i Comuni, vedere articolo “operazione bilanci puliti” del 14/9/14 Corriere della Sera allegato). Ciò ha comportato l’eliminazione di crediti stratificatisi sul bilancio fin dal lontano 1978, per un importo di 5,4 mld€.
- quindi il totale dei debiti pregressi che l’Amministrazione ha sanato sono pari a 2,0+1,2+5,4= 8,6 mdl€

3) - il bilancio di fine mandato (di fatto certificato da una lunga serie di controlli della Corte dei Conti e quindi incontrovertibile) ha riportato debiti per soli 2,8 mld€ (tra l’altro la Corte ha permesso di diluirli in un lungo arco di tempo e quindi permettendo la normale gestione degli investimenti e del funzionamento della macchina comunale) quindi con un recupero in 5 anni di 5,8 mld€ di debiti pregressi. (1.160.000,00 € per ciascuno dei 5 anni).

4) - il recupero di tale situazione debitoria pari a 1,16 mdl€ per ciascuno dei 5 anni, ha pesato sugli investimenti ma non sui servizi erogati e sulla pressione fiscale, restati sostanzialmente invariati.

5) - nonostante ciò gli investimenti non si sono fermati:
- realizzando interventi mai presi in considerazione prima (manutenzione dei plessi scolastici, iniziati ad esempio con Valchiusa (sia scuole che asilo), mai manutenute negli ultimi 50 anni) ed alla data del 1/10/14 ancora in fase di completamento con gli stanziamenti di oltre 1,5 milioni di eiro, reperiti dalla Giunta Marchi;
- stanziamento di 200.000€ per l’acquisto di un’area da adibire a parcheggio alla scuola di Alberghi, afflitta da una viabilità mal progettata (oltre all’avvio della procedura di esproprio che essendo assai onerosa, circa 450.000€ oltre all'urbanizzazione (totale c.a. 750.000€), non ha trovato nel quinquennio le disponibilità di bilancio);
- pagamento dei parcheggi realizzati lungo il fiume nella zona passerella;
- riasfaltatura di numerose strade cittadine;
- manutenzione delle strade di montagna (onerosa sia per gli eventi calamitosi, sia per l’estensione territoriale del Comune di Pescia che per il 75% è montano) e sforzo nei limiti delle risorse per migliorare il problema parcheggi e delle zone lastricate a pietra con progetti mirati;
- riasfaltatura completa delle strade, senza oneri per la casse Comunali, dove Toscana Energia ha ampliato la rete del metano (ad esempio Veneri e via di Marzalla)
- realizzazione e/o abbellimento/cura di rotonde e potature importanti;
- convegni per il sostegno all’agricoltura, innovazione, energie alternative;
- continue richieste di finanziamento su progettualità proposte alla Regione ma con notevoli difficoltà ad interloquire con i politici di turno; 
- accordo con la Regione per la manutenzione e la gestione del Comicent;
- nuovo collegamento pedonale e rifacimento illuminazione sul tratto Alberghi/Casacce e sul tratto via Lucchese/stazione ferroviaria:
- stanziamento 109.000€ per terminare ultimo tratto collegamento pedonale e viabilità da incrocio zona Comicent / abitato di Alberghi.
- accordo per uso gratuito parcheggio società privata adiacente alla stazione ferroviaria;
- opposizione al contratto firmato dalla Giunta di centro sinistra per il parcheggio zona ospedale (non possibile fermare i lavori per una clausola che prevedeva penale di 700.000€ oltre a risarcimento danni), con ottenimento di una tariffa pari alla metà di quella precedentemente contrattualizzata e l’abbonamento a costo simbolico per i dipendenti Asl;
- istituzione del bando per i parcheggi di Piazza Mazzini con sosta di cortesia gratuita per 15 minuti;
- proposte e confronti con la Fondazione Collodi per il rilancio dell’immagine di Pinocchio e del turismo collegato;
- particolare attenzione è stata riservata al contenimento dei costi; tolto il direttore generale il cui onere era di 120.000€/anno, abbassato il numero degli assessori e diminuito il compenso, diminuito il numero del personale (usufruendo dei pensionamenti); ed al miglioramento del funzionamento degli uffici, aspetto che è stato ottenuto con risultati particolarmente positivi nel settore Urbanistica, Ufficio tecnico, Ragioneria e tributi, Vigili urbani.
- è stato fatto esproprio per la realizzazione della rotonda alle macchie di S.Piero sulla provinciale che va verso Chiesina Uzzanese. I lavori per tale realizzazione erano programmati e si sono avviati a fine 2014

Si evidenzia che il numero dei dipendenti comunali è quasi la metà di quelli del Comune di Montecatini Terme (che ha sostanzialmente lo stesso numero di abitanti).

6) - Da indicazioni del Collegio dei Revisori del Comune, nel piano di riequilibrio del 29/5/13 (vedere allegato) si possono trovare tutte le indicazioni sulle cause dei problemi del Comune di Pescia…. che naturalmente si vede benissimo provengono da molto lontano.
Vi è anche prima relazione del 12/09/14 sullo stato di realizzazione del piano di riequilibrio (vedere allegato), dove si vede che le cose stanno notevolmente migliorando per effetto delle iniziative intraprese dall’amministrazione Marchi.
---
8/1/15 Da articoli di giornale si apprende che la ristrutturazione del plesso scolastico di Valchiusa e la realizzazione del parcheggio con nuova viabilità al plesso scolastico di Alberghi (idem per il collegamento Casacce-Alberghi, totalemente realizzata prima delle elezioni di maggio 2014) sono iniziative dell'amministrazione Giurlani.
Ciò non corrisponde al vero essendo la ristrutturazione di Valchiusa voluta, finanziata ed iniziata nel corso dell'amministrazione Marchi e stessa considerazione per Alberghi, dove a bilancio era stato già previsto un importante cifra, che consentirà all'attuale amministrazione di concretizzare l'intervento.
Di ciò non si trova riscontro nei numerosi articoli di proclama (o reclame) emessi a getto continuo dall'attuale amministrazione.
Viene da chiedersi: QUANTI PROCLAMI REALIZZARA' DAVVERO? (la risposta alle prossime elezioni........ Purtroppo sarà troppo tardi per la cittadinanza)



link su PDF: "Operazione bilanci puliti" dal Corriere della sera del 14/09/14

link su PDF: 29-05-13 Parere al piano di riequilibrio finanziario pluriennale

link su PDF: 12-09-14 Relazione sullo stato di attuazione del piano di riequilibrio pluriennale

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -


2) Link allo scadenziario ufficiale dell'Agenzia delle Entrate
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Strumenti/Scadenzario/Scadenzario+esteso/
 



3) A breve sarà inserito: Riduzioni fino al 50% condizioni debitorie o di sovraindebitamento
Lo Studio Quiriconi assiste le aziende ed i privati nella seguente procedura, poco conosciuta ma di enorme impatto sugli interessi di una vasta platea di soggetti, contro ogni pretesa debitoria dalle cartelle esattoriali di Equitalia agli istituti di credito ecc...

Procedura per risanamento condizioni debitorie o di sovraindebitamento

Legge n.3/2012 e modifiche da D.L. 179/2012

Destinatari: consumatori e altri soggetti esclusi dalle procedure fallimentari quali Az.Agricole oltre ad  imprese che non superano questi limiti: vedi sotto “(1) Fallimento: limiti”
In sintesi:
Sono fallibili le imprese private, sia in forma individuale che in forma societaria, che esercitano un’attività commerciale di cui all’art. 2195 del codice civile.
Sono escluse dalla disciplina del fallimento le imprese pubbliche, le imprese non commerciali e le imprese agricole.
Soprattutto sono esclusi dalla fallibilità i piccoli imprenditori, secondo la definizione che ne dà l’articolo 2083 codice civile: i coltivatori diretti, gli artigiani e tutti coloro che esercitano un’attività professionale organizzata prevalentemente con il lavoro proprio o dei componenti della famiglia.
La legge fallimentare, inoltre, stabilisce limiti dimensionali la cui presenza congiunta consente ad un imprenditore di essere sottratto alla disciplina del fallimento, anche qualora eserciti un’attività commerciale:
- l’impresa ha avuto, nei tre esercizi precedenti la data di deposito dell’istanza di fallimento (o dall’inizio dell’attività se inferiore), un attivo patrimoniale complessivo annuo non superiore a euro 300.000;
- l’impresa ha realizzato, nei tre esercizi precedenti la data di deposito dell’istanza di fallimento (o dall’inizio dell’attività se inferiore), ricavi lordi complessivi annui non superiori a euro 200.000;
- l’impresa ha un ammontare di debiti, anche non scaduti, non superiore a euro 500.000.
Solo e soltanto la presenza congiunta di TUTTI e tre i requisiti dimensionali appena elencati consente all’impresa di non essere assoggettabile a fallimento.


Studio Quiriconi

Via Camporcioni est n.16 51019 Pistoia
Telefono studio: 0572-635690 (cinque linee R.A.)
Fax: 0572-930536 / 0572-490642
Cellulare: 335-5813023

info@studioquiriconi.it

P. iva 01243040472
Note Legali / Privacy / Tagmap / links

Edge - Siti Web Lucca